Night&Day
 
 
Un'opera di Lorenzo Lotto, foto stampa
 
  Mostra monografica o retrospettiva? Lorenzo Lotto può vantare entrambe le caratteristiche nella nuova esposizione alle Scuderie del Quirinale aperta fino al 12 giugno.
 
la mostravai all'articolo
 
Le attrici: Michela Andreozzi, Alessandra Costanzo, Paola Tiziana Cruciani e Paola Minaccioni, foto stampa
 
  Uno spettacolo romano per romani: Bellissime coglie nel segno al Teatro Roma, regalando al vasto pubblico risate a non finire, nello stile romano della battuta sarcastica.
 
la recensionevai all'articolo
 
Raffaella di Montalban, foto stampa
 
  E' Cortina la città prescelta quest'anno per ospitare il Telethon SuperSlalom, gara internazionale di sci che dal 2004 aiuta a raccogliere fondi per Telethon in collaborazione con i grandi campioni dello sport.
La manifestazione benefica, che si svolgerà il 27 marzo prossimo sulla pista Tondi di Faloria, si concluderà il giorno successiva con una cena di Gala durante la quale verranno messi all'asta preziosi oggetti griffati. Tra questi, l'occhiale gioiello Raffaella di Montalban Luxury Frame, un pezzo della collezione che la designer Raffaella di Montalban ha dedicato all'iniziativa.
 
l'eventovai all'articolo
 
 
Mimì Ban Shee, foto stampa
 
  Nuova veste per il Van Gogh cafè di Milano che si rinnova diventando in una location sempre più elegante e raffinata dal nome Sempione Cafè.
 
lo spettacolovai all'articolo
 
 
 
L'On. Maria Gemma Azuni, foto stampa
 
  La ricerca è il nostro futuro: con questo assioma la Fondazione Vertical ha riunito mercoledì 2 marzo molte personalità e testimonial come Umberto Guidoni, NASA Space Shuttle Astronaut, il Professor Andrea Nistri, Cell and Molecolar Farmacologist e il Dottor Giuliano Taccola, Spinal Research Leader presso l'International School for the Avanced Studies di Trieste, o come Micol Olivieri e Marta Zoffoli dal set de I Cesaroni, per parlare di ricerca e delle nuove tecnologie per sconfiggere la paralisi causata da traumi vertebro-midollari. "La paralisi clicca ricerca" è stata l'occasione per presentare il nuovo spot 2011 sulle lesioni midollari e tutto il progetto è promosso con l'aiuto dell'On. Maria Gemma Azuni, Capogruppo del Gruppo Misto del Comune di Roma.
 
foto della mostravai all'articolo
 
 
 
Marco Bacini con Giovanna Rigato, foto stampa
 
  Si è concluso con un enorme successo la prima edizione dell'MB Poker Championship che si è svolta venerdì 4 marzo nella bellissima Poker Room del Casinò di Lugano: tantissimi gli appassionati di Poker Texas Hold'em.
 
la festavai all'articolo
 
 
Guglielmo Giovannelli Marconi, foto di Rodolfo Mazzoni
 
  Un 8 Marzo diverso e all'insegna dell'arte a via Margutta: un cocktail rigorosamente vegetariano per il finissage di due curiose installazioni, celebrare la festa della donna e festeggiare l'ultimo giorno di Carnevale.
 
il finissagevai all'articolo
AsianFilmFestival: la società, l'uomo e la famiglia secondo l'Estremo Oriente
di Riccardo Mazzoni



Logo del festival, foto stampa

Fino al 17 luglio al cinema Farnese, a Campo de' fiori

pagina 1/1

Roma. Si sta svolgendo al cinema Farnese l'Asian Film Festival: internazionale di sangue, asiatico di nascita, europeo di formazione. Una rassegna bellissima, che tutti gli amanti del cinema devono frequentare: il meglio della produzione dell'Asia che consente di vedere le tematiche loro proprie, il confronto con culture differenti, il taglio europeo dei film e il senso di mistero che ancora vive tra le persone di quei luoghi. Una settimana di rassegna piena: dal 10 al 17 luglio ben 35 film con due illustri ospiti come Stanley Kwan e Brillante Mendoza. Per voi abbiamo visto tre film interessanti, centrati tutti sul mistero.

One day di Hou Chi-jan è un film girato nel 2010 a Taiwan che gioca sul doppio filo della realtà plumbea e sull'incubo che si innesta in essa, dove i protagonisti si ritrovano in situazioni sempre a metà tra sogno e vere sensazioni. Singing (una splendida Nikki Hsieh) vive insieme alla madre a Kaoshiung e lavora su un traghetto che trasporta le reclute militari sull'isola di Kinmen come receptionist e addetta alle pulizie. La ragazza sogna spesso un uomo di cui non scorge il volto e di cui non sente le parole. Potrebbe essere suo padre, scomparso durante un viaggio per mare, ma non ne è sicura.
Un giorno incontra Tsung (Bryan Chang), un giovane soldato, mentre si avvicina un violento temporale. Il ragazzo rivela alla giovane che un giorno sarà la sua ragazza. Ma questa rivelazione nasce all'interno di un incubo, il traghetto si ferma in mezzo al mare, non ci sono più persone a bordo ad esclusione di Singsing, Tsung, un affamato indiano che parla una lingua incomprensibile e un cavallo. L'indiano rincorre la povera ragazza con un'ascia in mano e lei riesce miracolosamente a rifugiarsi dentro uno stanzino insieme a Tsung. In esso il militare le rivelerà il futuro e la convincerà ad uscire dallo spazio claustrofobico per parlare con l'indiano e convincerlo a non ucciderli per mangiarli. Il nucleo centrale del film è veramente l'incubo: in esso si mescolano abilmente riferimenti onirici che tutti noi conosciamo, un inseguimento all'americana, la rivelazione del futuro che richiama non poco alla pratica degli sciamani, santoni e stregoni.

Il regista in parte si ispira a Shining per queste scene, in parte ha voluto provare a rappresentare la complessità della nostra vita, fatta di sogni, aspettative, delusioni e rincorse, perdendo a volte la profondità del discorso con un montaggio un po' rischioso, che ha disorientato non poco la platea.

Mother è una divertente e grottesca rappresentazione della società sudcoreana con una spiccata analisi della psicologia dei due personaggi principali, Do-joon (Won Bin) e sua madre interpretata da Kim Hye-ja. Prodotto nel 2009, è diretto da Bong Joon-ho ed ha vinto quest'anno gli Asian Film Awards come miglior film, migliore sceneggiatura e miglior protagonista a Kim Hye-ja, oltre ad essere stato presentato all'ultimo festival di Cannes.
Ironia e sarcasmo per descrivere una triste vicenda giudiziaria: Do-joon viene imprigionato con l'accusa di aver ucciso una ragazza. Questo ragazzo vive insieme alla madre, è una persona semplice e goffa, non abituata alle sveltezze della vita: in un certo senso rappresenta quella parte di noi che vorrebbe essere naturale come lo è il mondo che ci circonda e non costretti ad essere furbi e maliziosi per lottare per la sopravvivenza. Finisce per caso e per la sua presunta stupidità in carcere: la madre non si arrende e lotta per farlo scagionare, iniziando un lungo calvario per raccogliere le prove, scontrandosi con una società, l'alta società, che non è troppo lontana dalla nostra in fatto di vizi e poche virtù. Il montaggio è rapido, l'ironia cade sempre al momento giusto, le scelte scenografiche pagano molto, dove il regista spesso insiste sulle suggestioni offerte dalla luce lunare. Eccellenti gli attori, un film decisamente da vedere.

è un film che ha diviso la platea dopo la sua conclusione, per via della sua misteriosità e per quegli influssi culturali che vedono nella foresta una presenza di spiriti, alcuni dei quali si identificano con le piante, la natura, gli alberi.

Il vero protagonista, a mio modo di vedere, è appunto un albero plurisecolare presente all'interno di una foresta. In esso è incarnato uno spirito, misterioso ma potente. Con la sua forza cattura ..., marito di ....(), che si era addentrato nella foresta per scopi prettamente artistici e di svago, come fotografo naturale. Lo spirito penetra ...., facendolo diventare una parte di esso: per questo motivo il suo nutrimento da quel momento in poi diventa solo l'acqua, il cibo non serve più: è come se fosse un albero.

L'avventura del giovane fotografo e marito parte proprio da quest'ultima caratteristica: è sposato da alcuni anni con una bellissima donna ma il rapporto è in crisi. Lei lo ha tradito col suo capo e questo viaggio misterioso forse aveva l'intento di ravvicinarli, o per lo meno tentare di farlo. E invece lo spirito cattura l'uomo lasciando da sola la donna, che non vuole più l'amante, che si trova confusa e preda alla depressione.

La platea di giornalisti ha rimarcato soprattutto la trasformazione di ..... Personalmente ritengo questo film estremamente conservatore ed inquietante: questo albero popolato dallo spirito assolve alla doppia rappresentazione fallica e della totalità ed unità della famiglia, che si svolge sotto l'egida maschile. Allontanandosi dalla totalità, tradendo il maschio (come accade per la protagonista) ci si ritrova nella solitudine, nella tristezza, nella depressione, nell'impossibilità di poter vivere. Il maschio condiziona tutto e bisogna ubbidirgli: neanche il tentativo di .... di distruggere l'albero a colpi di machete ha successo, un'idea che non mi rende particolarmente felice.

(articolo pubblicato il 15/07/2010)

condividi UTV.it con i tuoi amici!
 
Bookmark and Share

 
 
Servizi Video    
 

Moda

 
 
Tory Burch, prima boutique in Europa a Roma

Il famoso brand ha aperto il 28 gennaio il suo primo flagship europeo a Roma, a via del Babuino 36: tanti i VIP per 250 mq di pura classe.
 
Giada Curti, collezione S/S 2011

Con l'apertura del suo nuovo atelier, Giada Curti ha presentato nel calendario di AltaRomAltaModa la sua collezione S/S 2011 dedicata alla lotta contro lo stalking: gli abiti e l'interviste a Isabella Rauti, Maria Concetta Mattei e alla stilista all'inaugurazione più glamour di Roma.
 
Addy Van Den Krommenacker, collezione S/S 2011

Le donne guerriere e colori pastello che ricorda la terra per la collezione S/S 2011 di Addy Van Den Krommenacker, intervistato per voi nel suo backstage ad AltaRomAltaModa.
 
Abed Mahfouz, collezione S/S 2011

Il grandissimo stilista libanese torna nuovamente sulle passerelle romane a presentare la sua nuova collezione d'alta moda S/S 2011.
 
AltaRomAltaModa gennaio 2011

Le sfilate di alta moda per la prossima primavera-estate presentate nel calendario di AltaRomAltaModa: Abed Mahfouz, Gattinoni, Giada Curti, Addy Van Den Krommenacker, D'Inzillo e Chantecler.
 
Eco-chic, le nozze glamour amiche dell'ambiente

L'Hotel Intercontinental di Roma ha ospitato la rassegna Eco-chic dedicata al matrimonio eco-sostenibile che non perde il suo glamour con il vintage e la proposizione di un ricevimento a km zero.
 
Accademia Koefia - Ghea Panggabean

Il 30 settembre è la festa della Repubblica indonesiana: all'hotel Sheraton di Roma una sfilata-incontro tra la cultura dell'Oriente e l'accademia d'alta moda romana.
 
StroiliOro

Il 20 settembre la più importante catena di gioielleria ha aperto un nuovo flagship a Roma con un party glamour che ha bloccato tutto il centro della Città Eterna.
 
AltaRomAltaModa luglio 2010

Le sfilate di alta moda per il prossimo autunno-inverno presentate nel calendario di AltaRomAltaModa: Abed Mahfouz, Gattinoni, Tilù e Accademia Koefia.
 
Gattinoni, l'anno della rinascita

Presentata la collezione S/S 2010 di Gattinoni, dedicata alla rinascita.
 

Televisione

 
 
Elena Arvigo in Pio XII-under the roman sky

L'attrice genovese interpreta Ester Levi nella fiction di RaiUno dedicata al grande pontefice del XX¡ secolo: la preparazione e le emozioni del set direttamente da una protagonista.
 
Elena Arvigo in La ladra

La ladra, in onda su RaiUno dal 19 settembre, è una fiction divertente con protagonista Veronica Pivetti e Elena Arvigo, la giovane attrice genovese che interpreta i panni di Valeria: a voi la piacevole intervista.
 
La squadra

Servizio sulla presentazione della nuova Squadra, in onda su RaiTre.

Arte, Cinema&Fotografia

 
 
Marco Falaguasta

Il popolare attore e commediografo era presente all'inaugurazione della mostra RCP-RHINO PETROL COMPANY di Stefano Bombardieri alla galleria Artribù di Roma: un'occasione per parlare di arte e gusto.
 
Stefano Bombardieri

L'inaugurazione della mostra RCP-RHINO PETROL COMPANY dell'artista bresciano ha consentito di parlare della natura, dell'ecologia, della globalizzazione: quando l'arte riesce ancora a parlare un linguaggio universale.
 
Alessandro Vettori

Fino al 31 ottobre si può visitare al Palazzo delle Maestranze di Ronciglione l'esposizione Nei sensi, di Alessandro Vettori: un percorso attraverso i cinque sensi e l'arte, per recuperare il nostro rapporto col tempo e con le emozioni.
 
Massino e Luan Scaringella alla discoteca Maison

Alla discoteca Maison di Roma è andata in scena l'arte di due artisti romani emergenti: Massino disegna su iPad; Luan Scaringella E' l'abusivo del MAXXI, che ha esposto senza permesso una sua opera. Opere in un eterno pop.
 
Elena Arvigo al Teatro Argot con 4.48 Psychosis

Fino al 31 ottobre Elena reciterà il testo di Sarah Kane, l'ultimo prima del suo suicidio: momenti della messinscena e intervista all'attrice.
 
Eat Pray Love- Mangia prega ama con Elena Arvigo

Ad una grande Julia Roberts nell'ultimo film nelle sale dal 17 settembre si affianca una splendida Elena Arvigo, che recita nel ruolo dell'amica italiana di Liz/Julia: la storia, il personaggio e le impressioni direttamente per voi dalla protagonista.
 
José Van Roy Dalì

Il figlio del grande Salvador Dalì spiega ai nostri telespettatori la caratteristica di "delirio commestibile catalano" presente nei quadri del padre e di come si sia differenziato da questa tematica nel corso della sua vita da pittore.
 
Luis Bacalov

Intervista al celebre pianista Luis Bacalov: compositore, direttore d'orchestra e arrangiatore argentino naturalizzato italiano, famoso per le sue colonne sonore cinematografiche.
 
Fulvio Roiter commenta i fotografi: Demarchelier, La Chapelle, Callahan e Avedon

In un'ampia sintesi, il più importante fotografo italiano commenta Patrick Demarchelier, David La Chapelle e Harry Callahan.

 

 
 
                                 

© UniversyTV.it 2005-2011 • email info@universytv.it