Maria Fux, la grande foglia argentina Feb28

Tags

Related Posts

Share This

Maria Fux, la grande foglia argentina

Maria Fux, foto UTV

Maria Fux, foto UTV

Maria Fux è la coreografa argentina di grande esperienza artistica e pedagogica che svolge da quaranta anni il lavoro di formazione alla danzaterapia in vari paesi dell’America e dell’Europa. In essi è ampiamente praticato il suo metodo di danzaterapia per il recupero, in diverse situazioni di handicap, della capacità psicofisica attraverso il movimento creativo.

La sua carriera di ballerina inizia molto precocemente. Tra il 1954 e il 1960 è una delle prime ballerine del Teatro Colon di Buenos Aires, protagonista di tournée di successo negli Stati Uniti, Polonia, Russia, Perù, Brasile e Uruguay. Dal 1960 al 1965 dirige il Seminario di Danza all’Università Nazionale di Buenos Aires. Successivamente rivolge il suo interesse ai recital e seminari didattici in molte città dell’America Latina, dell’Europa e del Medio Oriente.

Nel 1968 presenta al Congresso Internazionale di Musicoterapia, che quell’anno si svolse a Buenos Aires, una relazione sul tema La danza come terapia, dove per la prima volta si parla dell’importanza della danza come mezzo educativo ed espressivo per gli audiolesi. Da quel momento Maria Fux diventa un punto di riferimento in Europa e nelle Americhe per la formazione alla danzaterapia. Oggi molti operatori, medici e psicologi, che hanno sperimentato la validità del metodo di Maria Fux lo applicano nel trattamento di persone di varie età con problemi sensoriali (non vedenti, non udenti), sindrome di Down, disagio psicologico, sia a scopo riabilitativo che terapeutico.

Il documentario sulla sua straordinaria storia, che ha reso le persone non vedenti, non udenti e disabili capaci di sentire il piacere della danza, ha sorpreso positivamente la critica durante la prima stampa presso il Consolato Argentino a Roma.

Lo sguardo discreto del regista, che ha registrato le sue lezioni, raccontando la sua vita familiare, i suoi dolori, molti passi e movimenti, la vita di una donna affascinante carismatica e umana. Il regista Ivan Gergolet ha centrato l’obiettivo suscitando emozione e felicità e un momento magico.

 

Dal 26 Febbraio nei cinema.