“DIETRO IL BUIO” DA UN’OPERA DI CLAUDIO MAGRIS, IL NUOVO FILM DI GIORGIO PRESSBURGER

Sarà presentato domani, martedì 6 settembre alle ore 22.00 presso La Pagoda (fronte Hotel des Bains – Lungomare Marconi 17 – Lido di Venezia) il film Dietro il buio, diretto da Giorgio Pressburger, tratto dall’opera teatrale “Lei dunque capirà” di Claudio Magris e interpretato da Sarah Maestri (“Notte prima degli esami” – “Il bandito e il campione” – “Terra ribelle”) e Gabriele Geri.  La proiezione del lungometraggio, presentato nell’ambito dell’8a edizione delle Giornate degli Autori – Venice Days, sarà preceduta, alle ore 21.45, dalla presentazione da parte del cast, della produzione e dello scrittore Claudio Magris, triestino, uno dei più notevoli saggisti italiani e geniale studioso di letteratura mitteleuropea, docente alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Trieste, vincitore del Premio Strega con il libro Microcosmi nel 1998 e più volte candidato al Nobel per la Letteratura.

Dietro il buio può vantare già un premio, il Roma Videoclip – Il cinema incontra la musica, giunto alla IXa edizione, che sarà consegnato al compositore Alessandro Carparelli, domani, alle ore 17.30 presso lo Spazio Cinecittà Luce all’Hotel Excelsior.
Dietro il buio” racconta il viaggio di una giovane donna, Euridice (Sarah Maestri), attraverso una labirintica “Casa di Riposo” dalla quale il marito la vuole far uscire per riportarla alla vita normale. Il viaggio della donna, attraverso sotterranei, uffici, sterrati, anditi, pantani, campi, è accompagnato dal presidente della casa di riposo, il quale viene visto solo come un’ombra. Si scoprirà invece, a poco a poco, che si tratta di un viaggio nell’al di là, nel tentativo di uscire, grazie ad un permesso speciale, dal mondo dei morti, per tornare a quello dei vivi, accanto all’amato marito, scrittore di successo, che, ancora innamorato di lei, arriva nella “Casa” per riportarla alla vita.

Il film, a basso costo, è prodotto da Mattia Vecchi, Valeria Baldan e Giovanni Ziberna per la società di produzione cinematografica Sine Sole Cinema in collaborazione con il Centro di Cultura Contemporanea di Barcellona. La sceneggiatura è firmata da Paolo Magris (figlio di Claudio Magris) e dallo stesso regista e drammaturgo ungherese naturalizzato italiano, Giorgio Pressburger, già autore di Calderon (Globo d’Oro 1982) , nonché ideatore e direttore artistico (dal 1991 al 2003) del Mittelfest di Cividale del Friuli, festival di danza, musica e teatro di diciassette nazioni dell’Europa centrale e dei Balcani. La fotografia è firmata da Giovanni Ziberna, autore formatosi presso ipotesICinema di Ermanno Olmi, per il quale ha firmato il montaggio di Tickets e regista emergente. L’audio in presa diretta è affidato al pluripremiato Carlo Missidenti ( Ciak D’oro 2010, Nastro D’Argento 2010, David di Donatello 2010 con il film “L’uomo che verrà” di Giorgio Diritti).