Pompei, dal British Museum Nov18

Tags

Related Posts

Share This

Pompei, dal British Museum

Il pane carbonizzato di Pompei, foto stampa

Il pane carbonizzato di Pompei, foto stampa

Si può consigliare la visione di un filmato al cinema che è semplicemente un promo di una mostra? Ebbene sì, lo si consiglia: Pompei, nelle sole giornate del 25 e 26 Novembre, sarà sul grande schermo per illustrarci i motivi della grande mostra al British museum dedicata alle due città vittime della famosa eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Mostra terminata il 29 Settembre 2013. Inutile dire: si parla di Italia all’estero, non in patria. Nessuno è profeta in patria, neanche i reperti archeologici che noi italiani non abbiamo mai visto né a Pompei né ad Ercolano. Infatti essi sono usciti per la prima volta alla luce e trasportati al museo inglese, visibili in tutto il mondo. Ma all’estero, non nel nostro paese. Proprio per questo si rimane delusi dall’assenza di una nostra politica culturale.

Il filmato è ben fatto, 89 minuti di colloquio informale e famigliare nel quale gli allestitori della mostra spiegano i motivi di tale appuntamento e le impressioni che ha suscitato un’ulteriore analisi di Pompei ed Ercolano. Il direttore del museo Neil MacGregor in prima persona parlerà dei reperti, a cominciare dal famoso pane carbonizzato conservato fino ai giorni nostri, già diviso in fette e trasportato tramite una corda intorno ad esso provvista di occhiello, così da aggacciarlo anche più comodamente. Altri argomenti: società romana osservata tramite uomini d’affari, donne, schiavi, bambini; le strade romane; gli interni delle case; la vita domestica.