Non si ruba a casa dei ladri, un film leggero e divertente

Una scena del film, foto stampa

Una scena del film, foto stampa

La commedia racconta la controffensiva di un onesto lavoratore, Antonio, che ricambia il torto subito commesso da Simone, un faccendiere disonesto.

Antonio in un primo momento vorrebbe denunciarlo, ma poi, sapendo che in Italia l’iter della giustizia è lunghissimo e spesso incerto, decide di farsi giustizia in un’altro modo: scopre che il suo nemico ha celato in una banca elvetica i guadagni delle sue malefatte e decide di pianificare un “colpo” per riacchiappare quello che gli è stato rubato. Una grande truffa ai danni di un criminale della politica. Per compiere l’impresa Antonio mette su una piccola banda, formata da dilettanti i quali hanno in comune una sola cosa: anche loro sono stati truffati dalla politica guastata.

Non si ruba a casa dei ladri di Carlo Vanzina è una commedia all’italiana, in cui si racconta un tema del momento, quello della crisi e della perdita del lavoro, ma in modo sottile, facendo riflettere su una collettività in cui la corruzione è spesso presente, ma non imbattibile.

Un film piacevole e ben interpretato dai protagonisti, che raccomandiamo di andare a vedere per passare un’oretta in allegria.

Il cast: Vincenzo SalemmeMassimo GhiniStefania RoccaManuela ArcuriMaurizio Mattioli, Teco Celio, Ria Antoniou e Lorenzo Balducci.