Brave ragazze, bravissima Michela Andreozzi

Una scena del film, foto stampa

Una scena del film, foto stampa

Brave ragazze è una commedia al femminile scritta, diretta ed interpretata da MICHELA ANDREOZZI.

Quattro sono le protagoniste AMBRA ANGIOLINIILENIA PASTORELLI, SERENA ROSSI SILVIA D’AMICO, con loro LUCA ARGENTEROSTEFANIA SANDRELLI MAX TORTORA.
La regia di MICHELA ANDREOZZI, che ne ha curato anche la sceneggiatura insieme a ALBERTO MANNI, ha ambientato gli eventi a Gaeta, liberamente ispirandosi a fatti realmente accaduti in Francia; narra la storia di quattro amiche con problemi economici e problematiche familiari.
Stanche di una vita senza aspettative decidono di cambiare il corso delle loro esistenze per realizzare i loro sogni e progetti. Studiano, organizzano e pianificano una rapina bizzarra, travestite da uomini per non essere riconosciute mettono a segno il colpo nella banca del paese. Il bottino una volta diviso compensa in parte i problemi economici ma scatena un desiderio di rivalsa e di avidità.

Tra lo scorrere della vita di tutti i giorni e le loro complici riunioni decidono di ritentare la sorte con una nuova rapina. Così comincia la loro carriera di rapinatrici da una parte e una nuova vita che deve mantenere le apparenze. Il trascorrere del tempo innescherà un insieme di colpi di scena. Ci sarà il lieto fine?

Bravissima MICHELA ANDREOZZI nel creare una sceneggiatura quasi cucita addosso alle protagoniste ed attraverso la regia ha creato questa graziosa, garbata, non volgare commedia italiana. Pone l’accento su problematiche attuali che coinvolgono molte donne vittime di violenze domestiche oppure le difficoltà che altrettanti donne devono affrontare quando si porta avanti una famiglia senza la figura maschile; la discriminazione sul lavoro. Esalta l’amicizia vera e sfata il mito che le donne tra loro non vanno d’accordo o sono troppo competitive. L’ambientazione degli anni ’80 è accurata, mentre si guarda il film si può rivivere uno spaccato di come eravamo, cosa ascoltavamo, come ci vestivamo e sorriderci sopra.